Vuoi dimagrire? Ascolta e usa meno tecnologia


Quando ricevo le chiamate dei miei pazienti, ascolto sempre  qual e’ il loro stile di vita e la sua  alimentazione.

L’ascoltare e’ ormai diventato un’ utopia, una vera e propria rarita’.

Ultimamente  una mia paziente  al telefono mi ha  raccontato i suoi errori alimentari quotidiani. Approfondendo l’ascolto, ho analizzato  la situazione  e stabilito come risolvere la sua situazione.  

In realta’ i suoi “errori” sono quasi sempre associati a cattive abitudini.

La vita di oggi e’ cambiata. Siamo sempre  meno attivi anche  nelle piccole abitudini quotidiane !
La tecnologia,  e’ vero,  aiuta  a risolvere  e velocizzare  le nostre azioni, ma  limita i  nostri movimenti  e  riduce  il metabolismo basale.  Pensiamo al  semplice  telecomando della tv  o al telecomando del cancello automatico o addirittura  al  google assistant, che svolge tantissime  per  funzioni  per noi ,  per renderci conto che facciamo ben poco per muoverci.

Sommiamo  ora alimentazione scorretta all’ assenza d’attivita fisica e all’ipertecnologia e  il risultato sara’ sicuramente maggiore obesita’.

Iniziamo a rimediare mangiando correttamente,  usando anche la tecnologia in modo adeguato, senza abusarne  in maniera eccessiva e spesso inutile.

Se vuoi puoi! Invertiamo la rotta!

La dieta, programma alimentare, deve essere seguita  integralmente senza se e senza ma.

Puo’ essere  di grande aiuto e sostegno, insieme ad altre figure professionali  per  l attivita’ fisica,  il vostro  nutrizionista  (laureato e  iscritto all’ albo dei biologi).

Ricordate… COME DICO SEMPRE IO : ESSERE IN FORMA E’ UN DOVERE…  E’ UN IMPEGNO!

0 commenti:

Antipertensivo ritirato dalle farmacie. AIFA, risultato fuori specifica: ecco il lotto e info


L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), ha disposto il ritiro dalle farmacie di un farmaco antipertensivo. Nello specifico, si tratta delle confezioni di un lotto e precisamente il n. 651042 scad. luglio 2019 della specialità medicinale CARVEDILOLO ALMUS*28CPR 6,25MG – AIC 036471011. A comunicarlo la Società Skills in Healthcare Italia, con propria e-mail pervenuta il 25 gennaio 2019, in qualità di concessionario di vendita della ditta Janssen Cilag Spa che specifica inoltre che si tratta di un ritiro volontario dell'azienda.

Il provvedimento è stato disposto, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, in via precauzionale, in seguito al riscontro di un risultato fuori specifica per quanto riguarda la determinazione delle sostanze correlate sconosciute.

Le farmacie che hanno acquistato le confezioni del lotto citato direttamente da Skills in Healthcare Italia dovranno richiedere l'autorizzazione al reso, indicando numero di confezioni e relativo numero di lotto, al Customer Service di Skills in Healthcare ai seguenti riferimenti: Fax. +39 0185065261 - e-mail: info@skills-in-healthcare.it. Il Customer Service provvederà all'analisi delle richieste e comunicherà ai clienti la proceduta da seguire per la gestione di tali prodotti.

0 commenti:

'Sport e disabilità, binomio possibile': intervista a Fabrizio Romito


di EDOARDO GIACOVAZZO - Videointervista al consigliere del Municipio 2 di Bari, il dott.Fabrizio Romito. Romito, già consigliere della VI Circoscrizione dal 2009 al 2014, è impegnato ormai da diversi anni nell’ambito del sociale e sportivo ed è dirigente dell’ HBARI 2003, squadra di basket in carrozzina iscritta al Campionato nazionale Serie B, unica società del sud Italia a realizzare attività sportive per i disabili mentali.

Ecco la videointervista:


0 commenti:

Aria di mare toccasana nella prevenzione del cancro e contro il colesterolo


La comune esperienza non è solo il fondamento di banali luoghi comuni, ma tante volta la bontà delle antiche credenze è confermata anche dalle evidenze delle ricerche scientifiche. Uno dei più noti e diffusi sentir comuni riguarda gli effetti positivi dell’aria marina sulla salute e sul benessere del nostro organismo. La validità di tale intuizione è stata di recente confermata da uno studio belga condotto dall'Università di Gand e dall'Istituto fiammingo per il mare (VLIZ).

Secondo la ricerca, lo “spray marino” - cioè l'acqua di mare vaporizzata nell'aria dalle onde - contiene molte sostanze naturali, prodotte da alghe e batteri, che fanno bene alla salute. Quando respiriamo l'aria del mare, assorbiamo queste sostanze nel nostro corpo. "Abbiamo prelevato campioni di aria di mare e li abbiamo esaminati in laboratorio", afferma il ricercatore Emmanuel Van Acker. "Abbiamo esposto le cellule cancerogene di un polmone umano a questi campioni di aria ed esaminato i loro effetti sulla salute, e abbiamo anche osservato l'impatto sui nostri geni, il tutto in confronto con altri studi scientifici".

L’indagine scientifica ha dimostrato che l'aria marina inibisce l'effetto di un gene che svolge un ruolo importante nel cancro del polmone e nei livelli di colesterolo. Ma se agiamo su questo gene, bloccandone l'azione, vediamo la progressiva morte delle cellule tumorali e una diminuzione del colesterolo. "Si può dire che l'aria di mare ha un effetto positivo sulla salute, simile ai nuovi trattamenti contro il cancro e l'ultima generazione di farmaci per il colesterolo", afferma la ricercatrice Jana Asselman. La ricerca in questo settore continuerà, secondo i bioingegneri autori dello studio.

Insomma, per Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, nel corso della nostra travagliata esistenza moderna, vale la pena concedersi più di qualche giorno di relax in riva al mare per goderne gli effetti benefici, oggi confermati anche dalla scienza.

0 commenti:

'Con Matera 2019 boom di prenotazioni': intervista all'imprenditore turistico barese Di Marcantonio


di EDOARDO GIACOVAZZO - Ospite quest'oggi dello spazio dedicato alle interviste del Giornale di Puglia l'imprenditore barese Vincenzo Di Marcantonio, avvocato e titolare del b&b ROOM 56 in via Abate Gimma 56, con cui abbiamo parlato di turismo e degli ultimi trend sul territorio barese in merito alla ricezione delle microstrutture altamente qualificate come la sua.

Vincenzo ci ha gentilmente aperto le porte del suo bellissimo b&b in pieno centro, nei pressi dell'arteria barese dello shopping per eccellenza, via Sparano, ed abbiamo chiacchierato amabilmente con lui degustando degli ottimi biscotti appena sfornati dalla simpaticissima cuoca Anna, che fa parte dello staff di ROOM 56.

Ecco la videointervista:


Contacts: 
https://www.bbroom56.it/

0 commenti:

Sei magro o magra? Allora puoi farti una foto...


di EDOARDO GIACOVAZZO - Vi racconto un episodio che mi e’ accaduto l’ altro giorno dopo la mia intervista e il servizio fotografico.

Una ragazza che passeggiava nella sala dove ero io, guardandomi  mi dice: “Dottore, lei e’ magro e in forma, fanno bene a farle le foto... io no, non posso sono grossa”.

Potete immaginare come ho reagito a quella risposta? Vediamo se indovinate... sapete bene come la penso sulla linea e il peso forma!

Mi sono avvicinato chiedendole in primis il suo nome e alcune informazioni sul suo stile di vita. Dopo alcune risposte le chiedo:
"Perche’ dice che non puo’? Se volesse veramente fare una foto da magra la potrebbe fare! Cosa sta aspettando?".

La sua risposta e’ stata: "Ho paura di non FARCELA  e di non seguire”.

Ebbene è necessario guardare oltre e avviare un nuovo percorso di vita per la salute e il fisico. A quelle parole è seguita la mia frase: “Se vuole può, attraverso le 4  lettere che utilizzo nelle mie diete* potenzianti*N A V I".

NAVI
n : nutrizione
a: allenamento
v: volontà
i: integrazione

La grande verita’ e che siamo troppo pigri a volte per iniziare un nuovo stile di vita. L'obiettivo  e’ ridurre l’escalation dell’ obesita’ e del peso corporeo in eccesso come dice Betts Ja At al nel suo studio. (Med sci sports exerc. 2018 nov 8. The energy cost of sitting versus standing naturally in man)

Le figure professionali di riferimento come il nutrizionista possono aiutarci a superare queste difficoltà, lamentarci non serve a nulla, dobbiamo cambiare e essere in forma…

E ricordate essere in forma e’ un dovere … e’ un impegno!

0 commenti:

'Bodybuilding nel 2019: si o no?', intervista al campione Alessandro Galli


di EDOARDO GIACOVAZZO - Il mondo dello sport è in continuo cambiamento, sempre più legato alle mode e alle necessità del mondo moderno. Nel calcio, nella formula uno, nella pallacanestro e in altre attività sportive in questi anni sono cambiate numerose regole e parametri.

Questa variazione e’ avvenuta anche nella cultura fisica come nel bodybuilding. In particolare la cultura fisica è una disciplina che tramite sistemi d'allenamento, una rigorosa dieta, pesi e sovraccarichi specifici mira all'aumento della volume muscolare e la riduzione del grasso corporeo.

Abbiamo voluto approfondire questo argomento con un caro amico e straordinario atleta, Alessandro Galli. Alessandro dal 2000 ha iniziato la sua carriera come atleta bodybuilding, vincendo man mano numerose gare e competizioni in questa categoria (Trofeo Due torri, Ludus Maximus, etc.), sino a diventare plurivincitore assoluto nel prestigioso Arnold Classic (categoria Amatour nel '12 e '13), la massima competizione internazionale dedicata ai bodybuilder.

In questi anni con Alessandro Galli abbiamo organizzato tanti eventi sul mondo dello sport & fitness, spaziando dalla nutrizione all'integrazione e alle metodiche d'allenamento.

Ecco la sua videointervista per Giornale di Puglia:

0 commenti:

Insalata capricciosa richiamata per presenza di Listeria: nuova allerta

ROMA - Dopo il richiamo dell’insalata capricciosa a marchio Centrale del Latte di Brescia e First, il Ministero della salute ha diffuso un nuovo richiamo di un lotto di insalata capricciosa venduta con il marchio Terra &Vita per la presenza di Listeria monocytogenes. Il prodotto è distribuito in vaschette da 150 grammi con il numero di lotto A15L6M255 e data di scadenza 25/01/19.

L’insalata capricciosa è stata prodotta anche per Terra &Vita come per Centrale del Latte di Brescia Spa e L’Alco Grandi Magazzini Spa che la distribuisce con il marchio First, da Facchini Srl nello stabilimento di via Martiri della Libertà 23, a Poncarale, in provincia di Brescia.

A scopo cautelativo e al fine di garantire la sicurezza dei consumatori, Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda a coloro che hanno acquistato il prodotto medesimo del lotto di appartenenza, di NON consumarlo e di restituirlo al punto vendita dove è stato acquistato.

0 commenti:

Aifa ritira collirio dalle farmacie: ecco il lotto e info


ROMA - AIFA, l'Agenzia italiana del farmaco, ha disposto il ritiro di un lotto del prodotto omeopatico EUPHRASIA COLLIRIO della ditta Cemon Srl. Nello specifico si tratta del collirio EUPHRASIA COLL STILLDO 10F 0,4 – cod. 800423562 - lotto n. 17G10 con scadenza minima 07-2022 e EUPHRASIA COLL STILLDO 20F 0,4 – cod. 800177610 - lotto n. 17G10 con scadenza minima 07-2022.

Il provvedimento, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, a seguito del verbale ispettivo pervenuto al competente Ufficio dell'Aifa e successiva comunicazione della ditta produttrice, concernente il rilascio sul mercato di tre lotti (confezioni da 10 unità monodose, da 20 unità monodose e da 5 unità monodose campioni medici) con un unico certificato riferito al lotto di semilavorato. La ditta Cemon ha comunicato l'avvio della procedura di ritiro che il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute è invitato a verificare.

0 commenti:

Eccellenze della sanità pugliese: intervista al Prof.Teodorico Iarussi


di EDOARDO GIACOVAZZO - Videointervista a cura di Edoardo Giacovazzo ad una delle eccellenze della sanità tarantina e pugliese, il chirurgo generale e toracico al Prof.Teodorico Iarussi, docente universitario con una lunga e qualificata esperienza internazionale e direttore dell'Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale e Toracica del "Ss.Annunziata" di Taranto.

Iarussi esegue numerosi interventi presso la struttura tarantina prevalentemente per tumori del polmone, ma anche operazioni riguardanti mesotelioma, pneumotorace ed enfisema bolloso, patologie molto diffuse nella Città dei due mari, anche a causa dell’inquinamento di origine industriale, oltre che alla trachea e all'esofago, facendo divenire in breve tempo la struttura uno dei punti di riferimento sul territorio pugliese e in tutto il Sud Italia.



0 commenti:

Il vostro Oroscopo 2018 vi consiglia: + DIET & TRAINING !


Ebbene sì, non importa di che segno zodiacale siate... nel 2019 più dieta e attività fisica per tutti!

MOTIVO ?
Siete troppo sedentari! BASTA passare troppe ore su NETFLIX o sui SOCIAL! Secondo i dati ISTAT, nel 2010 in il 38% degli italiani ha ammesso la sua pigrizia, cioè non praticare nella propria vita quotidiana, nessuna forma di attività fisica (fonte: Ministero della Salute).

Ricordiamoci che l’inattività fisica è al quarto posto come fattore di rischio a livello mondiale per la mortalità. Ogni anno aumenta sempre di più questo GAP, con importanti ripercussioni sulla salute e sulle malattie non trasmissibili della popolazione mondiale.

Il nostro organismo è stato creato per l’attività fisica e l'allenamento e non per la sedentarietà. Osservate la nostra anatomia muscolare, siamo pieni di articolazioni e muscoli di vario genere adatti a tantissimi tipologie di movimento.

La scarsa attività fisica alimenta l'insorgenza di alcuni disturbi e le malattie come: tumori, complicanze vascolari e cardiache (infarto, miocardico, ictus, insufficienza cardiaca), diabete di tipo 2, patologie ossee, tumori, ecc.

NON AVETE TEMPO PER ALLENARVI? NON CI CREDO! IL TEMPO C’E’ ECCOME…

In una settimana abbiamo circa 168 ore a disposizione per lavorare, dormire, guardare la tv, socializzare, ridere, mangiare, ecc., ecc. Dedicare 30 minuti circa 3 volte a settimana = 150 MINUTI (1,5 h) è un valore che TUTTI possiamo dedicare per il nostro corpo e il nostro benessere!

Eliminiamo il tempo dedicato ad attività SUPERFLUE e RINUNCIABILI (guardare tv o Netflix, social, pettegolezzi ecc. ecc.) e investiamolo sul nostro CORPO!

DIAMOCI UN OBIETTIVO INSIEME: 150 MINUTI SETTIMANALI!!!

Accumulare attività fisica nel corso della settimana? RAGGIUNGIAMO l’obiettivo di 30 minuti giornalieri e di circa 150 minuti settimana di attività fisica attraverso la suddivisione in sessioni più brevi o intense distribuite nel WEEK. Praticare un po’ di attività fisica è meglio che non praticarne affatto!

AVETE PROBLEMI FISICI O SIETE INATTIVI ?

Iniziate con livelli di attività fisica ridotti, e a gradi poi aumentarne: durata, frequenza e intensità man mano. Anche gli anziani, i soggetti inattivi o quelli che hanno limitazioni patologiche possono trarre benefici sulla salute fisica e mentale con specifici programmi di attività fisica.

COME DICO SEMPRE IO : ESSERE IN FORMA E’ UN DOVERE… E’ UN IMPEGNO! 



0 commenti:

La dieta mediterranea? E' falsa!

di EDOARDO GIACOVAZZO - Iniziamo prima con la definizione del termine. La dieta mediterranea è un piano nutrizionale coniato sorprendentemente dagli americani nei primi anni '60 (quindi circa 70 anni fa). Essa prende spunto dalle caratteristiche alimentari di alcuni Paesi dell area mediterranea (come l'Italia meridionale, la Spagna e la Grecia) nel XX secolo. Nel 2010 viene riconosciuta dall'UNESCO come patrimonio orale e immateriale dell’umanità ( IJPH - Year 8, Volume 7, Number 4, 2010 The Mediterranean Diet, recognized - UNESCO -Rosella Saulle).

Tale piano è suddiviso in scale di priorità, stagionalità e frequenza principalmente:

1) alta assunzione di verdure, legumi (fagioli, lenticchie, ecc.), frutta e cereali;
2) assunzione medio-alta di pesce;
3) basso apporto di carne e grassi saturi;
4) elevata assunzione di grassi insaturi (in particolare olio d'oliva);
5) consumo medio-basso di prodotti caseari (principalmente yogurt e formaggio);
6) un consumo moderato di vino.

(Ricco A, Chiaradia G, Piscitelli M, La Torre G. The effects of Mediterranean Diet on Cardiovascular diseases: a systematic review. Ital J Public Health 2007; 4(2): 119-27.)

LA DEFINIZIONE DI DIETA MEDITERRANEA E’ FALSA?

Ecco le motivazioni che mi portano a questa conclusione:

A) L’alimentazione del bacino del Mediterraneo è cambiata sia per gli stili di vita che per la qualità dei cibi assunti.
B) Gli alimenti utilizzati sono ormai per la maggior parte di origine industriale e intensivi a discapito molto spesso dei valori nutrizionali.

Ebbene si ! Gli alimenti di OGGI non sono come quelli del 1970 ! Le materie prime non sono a volte neanche italiane, eppure hanno una bella scritta “MADE IN ITALY”. Impariamo a leggere le etichette dei nostri amati alimenti, possiamo capire tanti aspetti e informazioni come origine, lavorazione, valori nutrizionali, ecc..

La nostra salvezza? E’ l’informazione! Oggi abbiamo tanti strumenti per tutelarci e per scegliere il cibo migliore e più salutare per il nostro corpo. La capacità di scelta è l'unico potere che ci rimane come consumatore.

Viviamo nel 2019, è tutto diverso rispetto al 1969. La vita sociale, alimentare, lavorativa è completamente differente con pro & contro.

Nei prossimi articoli analizzeremo meglio questi aspetti, ma nel frattempo ricordate... COME DICO SEMPRE IO:

ESSERE IN FORMA E’ UN DOVERE, E’ UN IMPEGNO!

0 commenti:

'Efficacia dubbia': stop al farmaco contro l'emicrania Aimovig di Novartis

Altolà dell'autorità inglese di controllo dei medicamenti a un prodotto di Novartis: in una prima verifica il National Health Service (NICE) ha rifiutato di omologare un trattamento preventivo contro l'emicrania episodica o cronica, avendo dei dubbi sulla sua efficacia e sui suoi costi. Il preparato si chiama Aimovig (principio attivo: erenumab) ed è stato sviluppato in collaborazione con l'americana Amgen.

Secondo Novartis gli studi clinici hanno dimostrato che riduce il numero di giorni di emicrania al mese di almeno la metà nel 40-50% dei pazienti. In una presa si posizione odierna il NICE sostiene fra l'altro che non vi sono dati sufficienti per affermare che Aimovig agisca meglio di altri farmaci come Botox (Botulinumtoxin A) di Allergan.

Alla fine di settembre il NICE, si era anche espresso contro il Kymriah, una terapia genetica sviluppata da Novartis contro la leucemia, ritenendola troppo cara. stata omologata in Svizzera (costo ventilato per paziente: 370'000 franchi).

0 commenti:

Intervista al direttore di StarsSystem Alessandro Nava


di EDOARDO GIACOVAZZO - Videointervista del Giornale di Puglia al direttore di StarsSystem, influencer, modello, autore e produttore Alessandro Nava. Una vera full immersion nel suo mondo fatto di bellezza ma anche ricco di contenuti e mai autoreferenziale: “Senza anima non puoi fare neanche il manichino. Cerco di raccontare le persone e i sogni che prendono forma”, spiega Nava.

Il magazine StarsSystem nasce - come egli stesso dice - dalla passione e da una precisa necessità, quella di creare uno spazio, un luogo dove poter far confluire ed esprimere le nuove forze che animano il panorama della comunicazione, dello spettacolo e dell’entertainment, senza condizionamenti, raccomandazioni, giochi di potere, ma esclusivamente per meriti “acquisiti sul campo” o sulla scorta di un grande talento meritevole di essere coltivato ed accudito.

0 commenti:

Sei obeso? E' colpa tua...


di EDOARDO GIACOVAZZO - Rispondo alla domanda che ultimamente mi è stata posta da una  paziente nel mio studio a Milano.

Ebbene si. E' solo colpa nostra se siamo in in sovrappeso… Abbiamo la facoltà di poter scegliere cosa e come vogliamo essere in questo mondo!

L’ obiettivo primario per ogni persona deve essere quello di amare se stessa e il proprio corpo con un peso forma adeguato.

Non siamo nati immediatamente con un peso di 100 kg !

Il peso elevato è stato raggiunto dopo una dieta e uno stile di vita completamente sbagliato! Errori su errori e sgarri su sgarri, un continuo percorrere contromano la strada del peso forma!


In questi anni i dati confermano questa tendenza, infatti sia il sovrappeso che l’ obesità tra i bambini e gli adolescenti, di età compresa tra 5 e 19 anni, è aumentata drammaticamente dal solo 4% nel 197  a poco più del 18% nel 2016 . (fonte  World Heatlh Organization – WHO - 16 febbraio 2018)

Quali sono le cause dell'obesità e del tuo  sovrappeso?

La causa fondamentale dell'obesità e del sovrappeso è uno squilibrio metabolico - energetico tra le calorie assunte e le calorie consumate.

Possiamo osservare infatti :

1) Un aumento dell’ apporto di cibi superiore al proprio fabbisogno.

2) Abitudini e stili di vita sbagliati (stress, sonno e pasti irregolari, fumo, cibi, metodi di cottura, ecc.)

3) Un aumento dell'inattività fisica causata dalla vita sempre più sedentaria

Questi  cambiamenti sia per l’alimentazione che per l’attività fisica sono spesso il risultato di cambiamenti ambientali e sociali ma… non solo.

Non diamo solo la colpa alle variazioni di forme di lavoro, alle modalità di trasporto e all'aumento dell'urbanizzazione!

Possiamo scegliere quale forma diventare e  quale persona poter presentare, dipende solo e soltanto da noi!

Sono sincero, avere un corretto peso forma ha un importante valore estetico  e sociale, ma anche salutistico.

Il sovrappeso e l’obesità che conseguenze hanno sulla nostra salute?

Avere un indice di massa corporea elevato (abbreviazione di  BMI, body mass index rapporto peso/altezza²) è un importante fattore di rischio per le malattie non trasmissibili come:

1) Malattie cardiovascolari (principalmente malattie cardiache e ictus), che sono state la principale causa di morte nel 2012;
2) Diabete
3) Disturbi muscoloscheletrici (in particolare l'artrosi - una malattia degenerativa altamente invalidante delle articolazioni);
4) Alcuni tipi di cancro (inclusi endometrio, seno, ovaio, prostata, fegato, cistifellea, rene e colon) il rischio infatti  di queste malattie non trasmissibili aumenta  con aumenti del BMI.

Come si può ridurre il sovrappeso e l'obesità? Proprio con la PREVENZIONE!

Possiamo prevenire sia il sovrappeso che l'obesità così:

1) Seguire un programma alimentare o dieta del vostro nutrizionista (laureato e iscritto all’albo) di fiducia.
2)  Fare controlli periodici stabiliti e regolari dal vostro nutrizionista di fiducia (laureato e iscritto all’ albo).
3) Ridurre  l'apporto energetico di grassi e zuccheri totali.
4) Aumentare il consumo di frutta e verdura, nonché legumi, cereali integrali e noci.
5) Svolgere attività fisica corretta e  costante con  una persona specializzata come un personal trainer (60 minuti al giorno per i bambini e 150 minuti per la settimana per gli adulti).

L'industria alimentare può svolgere un ruolo significativo nella promozione di diete sane:

• Ridurre il contenuto di grassi, zucchero e sale degli alimenti lavorti e  trasformati.
• Assicurare che le scelte salutari e nutrienti siano disponibili e accessibili a tutti i consumatori.
• Limitare la commercializzazione di cibi ricchi di zuccheri, sale e grassi, specialmente quelli destinati a bambini e adolescenti.
• Assicurare la disponibilità di scelte alimentari salutari.
• Sostenere la pratica regolare dell'attività fisica.

AMATEVI!!!

COME DICO SEMPRE ESSERE IN FORMA E' UN DOVERE ... E' UN IMPEGNO!!!

0 commenti:

Happiness & Smile


di EDOARDO GIACOVAZZO - Indossa un sorriso – la taglia è unica! Abbiamo tanti buoni motivi per vestire il nostro volto con un sorriso, ma prima… Iniziamo con la definizione della parola. 

Cos'è il sorriso? La vera definizione figurativa è questa: avere un aspetto piacevole, lieto e confortante; esprimere, infondere gioia e serenità (fonte Treccani vocabolario) .

Sorridendo possiamo esprimere le nostre emozioni, il nostro status e la qualità della nostra vita.

Il World Happiness Report 2017  ha definito la Norvegia il paese più felice del mondo. Come? Attraverso un test a gradini da 0 in basso a 10 in alto, in cui bisognava esprimere la propria qualità della vita.

La domanda che bisognava valutare era in quale gradino della scala saresti come qualità di vita in questo momento? 

La media globale ha un valore di circa 5,31 quindi neanche una sufficienza! 

La felicità è un valore soggettivo, quindi variabile da persona a persona e legato a svariati fattori. 

La ricerca condotta dal World Happiness Report sulla felicità e qualità della vita distingue ben tre tipologie soggettive:

1) soddisfazione per la vita
2) emozioni positive 
3) percezione del significato

Daniel Kahneman ha dimostrato che  le persone valutano la qualità della propria salute e benessere attraverso le emozioni positive (come il sorriso) mentre la qualità della propria vita  in base allo status economico (Kahneman D et al, Proc Natl Acad Sci U S A 2010; 107: 16489 – 93).

Riempirci di emozioni positive, e quindi di sorrisi, può modificare positivamente la nostra salute, l’alimentazione e il nostro corpo.

Vogliamo seguire una dieta bilanciata realizzata dal nostro nutrizionista?

Iniziamo con un grande sorriso tutti i giorni il nostro nuovo piano alimentare!

Avere una visione positiva di noi stessi e dei nostri obiettivi porta ad ottenere risultati nettamente migliori! Quindi avere un bel sorriso è importante! 

Freitas et Al ha valutato (in uno studio condotto nelle scuole pubbliche in Brasile) l'associazione tra carie dentaria, qualità della vita e obesità negli adolescenti brasiliani. L’esperimento si è svolto su un campione di 202 adolescenti di 12 anni, valutati  antropometricamente con l'indice di massa corporea (BMI) per età (Int Dent J. 2014 Dec;64(6):318-23. doi: 10.1111/idj.12121. Epub 2014 Aug 14).

Gli adolescenti con peso normale presentavano una basso indice d’impatto sulle condizioni orali e  sulla qualità della vita. L'obesità, l' alimentazione scorretta, le carie dentali e la qualità della vita incidono sulla loro psicologia, la loro forma  e le loro prestazioni quotidiane.

Fornire agli adolescenti assistenza nutrizionale e fisica  previene l' obesità, le complicanze e migliora la qualità delle loro vita.

COME DICO SEMPRE ESSERE IN FORMA È UN DOVERE ... È UN IMPEGNO!

0 commenti:

Una carota per amico?

di EDOARDO GIACOVAZZO - Su vostra grande richiesta volevo approfondire l’ argomento su questo vegetale super presente nelle nostre cucine e ricette. La carota (Daucus carota) è uno dei più importanti vegetali coltivati in tutto il mondo e la principale fonte di provitamina alimentare A. Questa vitamina, chiamata anche retinolo, entra nella classe delle vitamine liposolubili, cioè che possono essere accumulate nel fegato o in altri distretti. Non è necessario assumerle con regolarità, infatti il corpo le conserva e le rilascia in piccole quantità in base alle necessità metaboliche. 

Cos è la vitamina A?

La vitamina A, o retinolo, ha un ruolo cruciale per la nostra vista! Insieme ai suoi precursori, i carotenoidi, fa parte dei componenti della rodopsina. Questa sostanza presente sulla retina che permette, attraverso reazioni biochimiche, all’occhio la sensibilità alla luce.

Rispetto ad altre piante, quasi tutte le varietà carote accumulano grandissime quantità di carotenoidi nella loro radice, con il risultato di un'ampia varietà di colori: viola, gialle, bianche, rosse e arancioni.

Sono molecole essenziali per la fotosintesi, la protezione dai danni fotossidativi e la sintesi di fitormoni.

I carotenoidi svolgono anche ruoli importanti nella salute umana e nella nutrizione agendo come precursori e antiossidanti della vitamina A. (Subcell Biochem. 2016;79:199-217. Simpson K1, et al)

I carotenoidi sono dei pigmenti organici che contengono uno o più anelli di β-ionone non sostituito.

Durante le prime settimane di sviluppo la radice (cresciuta al buio sotto terra) è sottile, pallida e priva di carotenoidi.

Al secondo mese inizia l'ispessimento della radice e l'accumulo di carotenoidi, che raggiunge il livello più alto a 3 mesi di sviluppo. Questo normale ispessimento radicale e l'accumulo di carotenoidi possono essere completamente alterati quando le radici sono coltivate in luce, in cui la differenziazione dei cromoplasti viene reindirizzata allo sviluppo dei cloroplasti secondo un profilo di carotenoide alterato.

Le prove attuali sulla biosintesi dei carotenoidi nelle radici della carota sono in funzione di vari stimoli ambientali. Tali informazioni hanno contribuito alla comprensione del meccanismo che regola l'accumulo di carotenoidi, così come l'espressione genica carotenogenica e lo sviluppo delle radici.

I Larn (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana)  consigliano un assunzione consigliata media di una porzione di circa 3-4 carote o 200 gr al giorno, 700  (μg). (fonte LARN 2014).

Ecco alcuni benefici:

Quotidianamente siamo sottoposti a danni ossidativi di  specie reattive dell’ossigeno nel colon pari a quelli provocato da una dose di radiazioni di circa 10.000 rad.

I carotenoidi potrebbe giocare un ruolo antiossidante importante nel sistema gastrointestinale, disattivando molte specie radicaliche e ossidative. Infatti tali composti sono meno biodisponibili rispetto ad altre sostanze antiossidanti, come la vitamina E e la vitamina C.

Complessivamente i dati riportati nei vari studi confermano un dato oggettivo, cioè che un aumento del consumo di frutta e ortaggi è in grado di migliorare la salute della popolazione, riducendo le complicanze cardiovascolari, tumorali  e, probabilmente, altre malattie neuro degenerative e/o malattie legate all’invecchiamento. (bollettino  SINU Anno V - N. 3 - Novembre 2000)

Probabilmente la presenza nell’alimento di più sostanze antiossidanti o protettive avvia una serie di interazioni e sinergismi che potenziano gli effetti benefici delle singole sostanze sulla salute.

Mahesh M1 et al con uno studio ha testato se la somministrazione di succo di carota influenzasse lo sviluppo del tessuto adiposo e il suo stato infiammatorio in un modello di ratto indotto dalla dieta ad alto fruttosio. (J Sci Food Agric. 2017 Mar;97(5):1582-1591. doi: 10.1002/jsfa.7906. Epub 2016 Aug 25.)

La somministrazione di succo di carota attenuava l'elevazione dei livelli di acido grasso plasmatico libero FFA circolatorio e dei mediatori proinfiammatori indotta dalla dieta ad alto contenuto di fruttosio; senza alterare l'adiposità e le dimensioni delle cellule del deposito di grasso viscerale.

La somministrazione di succo di carota non ha influenzato l'adiposità e le dimensioni delle cellule del deposito di grasso viscerale; tessuto adiposo bianco retroperitoneale

Questi dati che ho voluto riportare ci spiegano in piccola parte alcuni ruoli che giocano i carotenoidi e la vitamina A nel nostro corpo.

Avere un alimentazione sana e bilanciata è una missione che dobbiamo seguire tutti.

Come dico sempre io essere in forma è un dovere… è un impegno!

0 commenti:

Wellness & care e trattamenti Spa: perchè?

di EDOARDO GIACOVAZZO - L'Italia si colloca nella top ten mondiale con con un business totale di oltre 18 miliardi di dollari nei settori: benessere, salute e terme/spa.

L'ente no-profit global Wellness Institute ha fornito questi dati presentati durante il 12° global Wellness summit.

Il settore benessere è quello con maggiore tasso di crescita: più di 4 miliardi di dollari nel 2017 con una quota di circa il 5,3% sull'economia mondiale.

Oggi ormai i trattamenti sono diventati d’ uso comune e con costi accessibili (dipende dai trattamenti e dalle strutture scelte). La ricerca del benessere è di fondamentale importanza nella nostra vita. Sono ormai abituali, infatti, le frasi come: “Ho bisogno di staccare la spina” oppure “ ho bisogno di un po’ di relax o una vacanza”. Prima i massaggi, la sauna o il bagno turco avevano una frequenza occasionale o addirittura rara.

Perchè? Semplice, sono cambiati i nostri stili di vita! Alimentazione da Fast & Furious e incompleta di tutti i nutrienti, scarsa attività fisica, stress acuti e cronici, poche ore di sonno, tecnologia, social, le maledette mail, ecc.

Staccare la spina è ormai essenziale! Non solo per interrompere la routine quotidiana: perché?

Scopriamolo! ;)

I trattamenti benessere hanno un effetto positivo sulla condizione mentale delle persone, con un aumento delle sostanze immunosoppressive, antiummunitarie. L'effetto è stato confermato con uno studio su circa 94 pazienti. (Physiol res. 2018 nov 28;67 (Supplementum 3) :s525-s530).

In una review è stato confermato che i trattamenti Spa (bagni di acque minerali calde, fangoterapia, docce calde e, a volte, massaggi e esercizi di supervisione dell'acqua) migliorano la funzionalità articolare e i sintomi in caso di dolore. (Forestier r. et al. , Ann phys rehabil med. 2016 jun;59(3):216-226. doi: 10.1016/J.Rehab.2016.01.010. epub 2016 mar 17.)

Nella maggior parte dei paesi europei i percorsi benessere (come la balneoterapia, la terapia termale e altri trattamenti) sono ampiamente prescritti dai medici e altre figure sanitarie per migliorare alcune complicanze tra cui quelle muscolari.

Quindi si sono dimostrati utili questi trattamenti per alleviare il dolore e migliorare le funzionalità, specie se combinati tra loro. Ad esempio la terapia termale combinata con la balneoterapia oppure la terapia del fango e/o la terapia fisica, la fisioterapia e / o l'educazione alimentare.

Oggi la cura di se stessi deve essere un obiettivo costante e continuo, senza se e senza ma...

Non morite di troppo riposo, anzi attivatevi!

Come dico sempre essere in forma è un dovere ... è un impegno!

0 commenti:

Italian wine cellar

di EDOARDO GIACOVAZZO - Oggi vi racconto il mio viaggio nella Cantina Umani Ronchi di Osimo, in provincia di Ancona. Un'esperienza alla scoperta del territorio delle Marche e dell'Abruzzo...

La produzione dei vini passa attraverso più siti produttivi nei territori dei Castelli di Jesi, Conero e Abruzzo.

Nella foto sono nella Cantina di Umani Ronchi di Osimo, ristrutturata nel 2000 dopo 2 anni di progettazione e 3 anni di costruzione.

Un'atmosfera davvero emozionante circondata da botti grandi e piccole, vasche in acciaio e cemento, pupitre e tonneaux.

In particolare la bottaia è costruita con un architettura "destrutturata" e sostenibile: soffitti in pendenza, pilastri d' acciaio inclinati, camini antimuffa, temperatura costante e aria direzionata.

Ho degustato 5 differenti tipologie della Cantina Umani Ronchi:

1) Casal di Serra (bianco): è un Verdicchio dei Castelli di Jesi doc classico superiore, che conta 5 mesi di contatto con lieviti.

2) Plenio (bianco) : è una riserva Verdicchio docg Castelli di Jesi, il 30 % del vino fermenta in botti grandi di rovere e matura per 18 mesi di cui 6 in bottiglia

3) Cumaro (rosso) : è un Montepulciano riserva docg affinato in barriques per circa 12 mesi e altri 8 in bottiglia.

4) Pelago (rosso): è un'associazione di Montepulciano, cabernet sauvignon merlot; affinato per 14 mesi in barriques e un anno in bottiglia.

5) Maximo (bianco passito) : è un sauvignon blanc affinato un anno in acciaio.

L'Italia è un territorio ricco di storia, di persone e di valori da vivere e scoprire.

0 commenti: