• slider
    Le interviste
  • slider
    News
  • slider
    MySalute Zone

Apulian Experiences '21: SailGp 5 giugno a Taranto

TARANTO - Il 5-6 Giugno Taranto ospita nel suo Golfo la SailGP. Con il suo programma Apulian Experiences (Giornale di Puglia), Edoardo Giacovazzo ci presenta video e recensioni emozionanti, tra cui interviste, curiosità e immagini uniche e mozzafiato.
LEGGI →

Apulian experiences '21: Taranto sup fashion show & Sail gp

EDOARDO GIACOVAZZO - Le immagini dell'incredibile giornata del 2 giugno a Taranto in esclusiva. La telecamera e il microfono di Apulian Experiences (Giornale di Puglia) hanno ripreso la Pagaiata della SUP Academy Taranto per la Festa della Repubblica in collaborazione con la Lega Navale Italiana sezione di Taranto. 

Oltre alle straordinarie riprese, abbiamo intervistato Mario Tagarelli e il suo allievo Mattia Livornese. Durante il percorso abbiamo visto inoltre da vicino le fuoriserie della SailGP, le Formula uno del Mare che gareggeranno i prossimi 5 e 6 giugno proprio nelle acque antistanti la Lega di Taranto. 

Il tutto direttamente dalle tavole sup...

LEGGI →

Farmacia e farmacisti 2.0 vaccini e servizi sanitari


EDOARDO GIACOVAZZO
- La straordinaria capillarità delle farmacie in Italia ha sempre dato un ottimo Servizio Farmaceutico al cittadino. Insieme alle altre figure sanitarie ha dato un fortissimo sostegno alla comunità come presidio farmaceutico e di servizi. Il Covid-19 ha evidenziato come i farmacisti possono svolgere molteplici servizi e funzioni per le aziende sanitarie locali.

(Fonte: Federfarma.it)
Andrea Cicconetti, presidente di Federfarma Roma, ha annunciato che potrebbero partire con le somministrazioni con il vaccino Johnson & Johnson già da martedì 1 giugno. Si auspica quanto prima che queste date siano mantenute così da poter ritornare alla nostra vita “pre-coronavirus”. La speranza è che anche in Puglia si parta con le medesime tempistiche entro il mese di giugno per poter ripartire.

Le farmacie sono dunque entrate direttamente a far parte attiva nella campagna vaccinale. Dopo i tamponi rapidi e i test sierologici alle attività di screening fino a quelle di immunizzazione, contando sulla grande professionalità dei farmacisti e sulla capillarità della rete delle farmacie che garantirà a tutta la popolazione una vaccinazione rapida e semplice. Prossimamente si avranno maggiori dettagli sulle procedure di prenotazione dei vaccini in farmacia e l’ iter da seguire. In Puglia la farmacia è la prima linea di assistenza per la popolazione che a livello nazionale conta su questi numeri:
 
(Fonte: Federfarma.it)

Con questo nuovo servizio del “Farmacista vaccinatore” si realizza quella evoluzione 2.0 che era già in programma da tempo nel progetto sanitario. Un futuro che vedrà maggior cooperazione tra medici, farmacisti ed ospedali, dove il paziente sarà al centro della piramide della Salute pubblica.


LEGGI →

Apulian experiences '21: Monopoli in surfskate

MONOPOLI (BA) - Ripartiamo con l' edizione 2021 del il mio canale TV "Apulian Experiences", in collaborazione con il Giornale di Puglia e la Tsunami Surfing School. Edoardo Giacovazzo ci presenta il primo di tanti appuntamenti nei posti più belli della nostra bella Regione.
 
LEGGI →

Taranto: chirurgia toracica ed innovazione panorama internazionale

EDOARDO GIACOVAZZO - La chirurgia ricostruttiva del torace è in continua e rapida evoluzione, sia per quanto riguarda le tecniche chirurgiche che per i materiali protesici adottati.

La Puglia è ricca di tecnologia e innovazione, infatti è di qualche giorno fa l'ultimo Webinar Internazionale riguardante la Chirurgia Toracica Ricostruttiva, oncologica e traumatica, seguito da chirurghi da tutto il mondo.

Il dott. Rocco Leggieri, Responsabile della Chirurgia Toracica dell'Ospedale "Ss. Annunziata" di Taranto, ha preso parte al Corso in qualità di docente (gli altri due sono stati il Dott. Anikin del RoyalBrompton Hospital di Londra ed il Dott. Walles del Magdeburg University Hospital - Germania) ed ha illustrato le innovative tecniche ricostruttive all’ avanguardia del torace, fiore all’ occhiello della sanità tarantina, portandola nel panorama internazionale.

"Negli ultimi anni abbiamo trattato numerosi pazienti affetti da tumori della parete toracica e da traumi sterno-costali – spiega il dott. Leggieri – utilizzando tecniche ricostruttive innovative, così da rappresentare un riferimento per le vicine regioni (in particolare Basilicata, Calabria e Campania). Le innovative tecniche con device in titanio, da noi utilizzate, ci permettono di ricostruire il torace anche in pazienti sottoposti ad estese demolizioni sterno-costali per patologie oncologiche e traumatiche. L'intervento chirurgico prevede un primo step, demolitivo, ovvero l'asportazione del tumore o, in caso di trauma, della componente traumatizzata, ed un secondo step, ricostruttivo, caratterizzato dall'utilizzo di protesi sternali e costali in titanio necessari al ripristino della conformazione toracica e di conseguenza della normale dinamica respiratoria. Questo tipo di chirurgia richiede particolare attenzione e precisione da parte del chirurgo; inoltre prevede l'utilizzo del titanio, metallo leggero, resistente e compatibile con risonanza magnetica e metal detector, così da poter assicurare al paziente una normale vita quotidiana. La lungimiranza e la fiducia riposte in me dal dott. Cervellera, Direttore di Chirurgia Generale, e dal Direttore Generale, Avv. Rossi, sempre sensibile alla crescita sanitaria di Taranto, unite all'impegno di tutto lo staff medico e paramedico della Unità Operativa di Chirurgia e della Sala Operatoria, hanno reso possibile il raggiungimento degli attuali entusiasmanti risultati.”

Soprattutto durante la pandemia è fondamentale ricevere questi risultati importanti nella sanità pubblica, mai come ora l’ uomo ha bisogno di fiducia, qualità e Medicina.

Grazie ai Medici, Farmacisti, Infermieri e gli altri operatori sanitari è stato possibile salvare tante vite in questa era Covid-19; avere fiducia nella medicia e nella ricerca ci permette di alzare la qualità della vita.
LEGGI →

Caos Covid & carenza ossigeno


EDOARDO GIACOVAZZO* -
In questa pandemia, più che mai, siamo nel marasma delle informazioni tra tv, virologi, politici, fake news, esperti e fenomeni da social media. In questa situazione chi sono le vittime? Sempre loro i cittadini che sono tra incudine martello e vivono nella totale incertezza. Premetto che non amo evidenziare e criticare nei miei articoli le situazioni in genere; prediligo infatti portare ottimismo e soluzioni in quello che scrivo, ma questa volta ho sentito il dovere di farlo. 

Comprendo anche che gestire la situazione italiana non è facile soprattutto in questa pandemia, ma si possono trovare soluzioni decisamente migliori. Ripercorriamo la situazione fin dall’ inizio, marzo 2020, dove gli stessi esperti del virus e dell’Oms avevano idee contrastanti e controverse sulle informazioni. Dubbi sull’efficacia dei guanti e delle mascherine ffp2/3 con valvola, inizialmente definite migliori, ma in seguito non idonee per l’ uso prolungato oltre le 8h. 

La storia continua con errori sui numeri dei contagi e dei colori delle regioni a tratti “cangianti” come un camaleonte, il caos dilaga immensamente invece sull’ argomento vaccinazioni. Come il caso del vaccino AstraZeneca, che è stato strumentalizzato negativamente, quando alla fine è tutto rientrato perfettamente. 

I cittadini vengono bombardati costantemente da notizie controverse, proprio come i raggi solari sui tetti delle case. Arrivano prima le notizie e successivamente le procedure, tipico dell’ “italian style” politico, quindi i cittadini sicuri delle notizie ricevute in tv o sui giornali si recano da medici e farmacisti, che ancora non hanno ricevuto né procedure organizative né quelle informatiche. 

Il risultato? Il caos. I citttadini fanno file inutili, stress e confusione che amplifica i disagi. Parliamo delle vaccinazioni? No, grazie sarebbe la risposta, ma diciamo che la situazione sta procedendo anche se a rilento soprattutto per le domiciliari. La grave carenza è l’ ossigeno che ormai raro come l’oro è introvabile. Le farmacie hanno chiesto inutilmente alle ditte produttrici di intensificare la produzione e le consegne, ma con scarsi risultati. 

La richiesta è aumentata sì, ma lasciare le farmacie prive d’ossigeno per tanti giorni è una situazione critica. La speranza è che presto i cittadini ritrovino un posto centrale in questa emergenza, e non l’ultima ruota del carro. Solo aumentando la consapevolezza delle nostre istituzioni, come in questo caso, evidenziando i disagi, possiamo aiutare a trovare nuove soluzioni e idee.

* farmacista, nutrizionista, motivatore
LEGGI →

La start-up pugliese del Suono e le nuove sfide post-Covid


EDOARDO GIACOVAZZO - L’ ultima intervista con Audiodinamica risale a circa 2 anni fa a Milano in tempi pre-Covid, senza mascherine e igenizzanti. Al ricordo sembra quasi irreale… non c’ erano nè distanze sociali né tamponi, eravamo in un bel rooftop a parlare dei loro progetti futuri e idee innovative.

Ho avuto il piacere oggi di ripetere l’intervista con uno dei soci Angelo Zilio – International Marketing & Sales Manager per avere aggiornamenti e novità. Audiodinamica è una società che propone, in chiave del tutto originale, una lettura dei dispostivi elettronici per la riproduzione sonora (amplificatori, preamplificatori, step-up transformer, amplificatore per cuffie, power supply, DAC e streamer). 

Zilio ha fondato questa start-up insieme ad altri 2 co-founder pugliesi (Francesco Matera e Gianluca Sperti, entrambi product development della nostra start-up).

Come si sta in Francia in questo periodo di pandemia?

Come ormai faccio da tanti anni, anche durante la pandemia, ho continuato a lavorare in modalità smart, alternando la mia gestione lavorativa tra ufficio, casa e quello che possiedo in uno spazio di coworking, nella mia città di residenza, in Francia. Ho solamente adattato i miei orari di lavoro per conciliare il più possibile famiglia e lavoro. In Francia, così come in altre parti del mondo, la situazione e la gestione della pandemia è simile a quella italiana. La crisi economica, causata dal Coronavirus, purtroppo, sta accentuando le disuguaglianze sociali. Ci troviamo in un momento storico dell’umanità in cui, osservando meglio lo scenario, avremo delle sfide interessanti davanti a noi per affrontare un nuovo paradigma economico e sociale.

Come avete reagito con la vostra start-up in questo periodo di post-emergenza?

Come potrai immaginare, le start-up, per loro natura, sono ad alto rischio d’insuccesso, in particolare in questo periodo di piena incertezza. Nel caso specifico, la nostra, grazie anche a forti investimenti impiegati nel campo della Ricerca e dello Sviluppo, dalle contingenze del periodo, ha saputo cogliere nuove opportunità di business. Nei mesi scorsi, siamo riusciti a spingerci ulteriormente verso il mercato asiatico, acquisendo un partner che si occuperà della distribuzione dei prodotti Audiodinamica, a Hong Kong. Ovviamente, stiamo continuando la nostra strategia di penetrazione all’estero, così come anche in Europa. Ad esempio, abbiamo un nuovo partner in Francia, che garantirà la presenza di Audiodinamica in tutto il Paese. Non per ultimo, presto, ci saranno delle novità interessanti anche per il mercato nordamericano, ma evitiamo di spoilerare la notizia, per questioni di riservatezza. Come tutte le aziende dinamiche e innovative, durante il periodo del Covid-19, abbiamo registrato una maggiore attenzione sul nostro sito e-commerce da parte dei nostri clienti, un canale che continuiamo ad implementare, sin dalla costituzione della nostra società. L’ultimo trimestre del 2020, con la recrudescenza del virus, a causa dell’incertezza che la pandemia ha colpito gran parte del mondo, abbiamo subìto una leggera flessione che, però, siamo riusciti a recuperare con l’inizio del nuovo anno.

Vorreste investire con la vostra start-up in Puglia?

Noi fondatori siamo originari pugliesi, ma il cuore pulsante dell’azienda resta e resterà sempre a Torino, una città che ha saputo accogliere la nostra sfida. Ciò non toglie che, un giorno, la nostra start-up non possa raggiungere un’unità produttiva anche in Puglia. In ogni caso, come abbiamo già evocato in altre interviste, le vibrazioni dei suoni dei nostri BeCubes hanno, senza dubbio, un’anima pugliese.

Quali sono i progetti futuri? Cosa farete nel post-pandemia?

Il precipuo delle start-up è l’innovazione. Questo mondo è un sistema che, nel suo DNA, possiede quelle caratteristiche di ricerca, flessibilità, adattabilità, agilità e velocità, tutti principi che contribuiscono a gestire, in maniera adeguata, le crisi. Tante aziende sono state colpite dalla crisi economica generata dalla pandemia del Covid-19 e, in molti casi virtuosi, la resilienza e la velocità delle decisioni prese hanno fatto la differenza, in una situazione emergenziale. Continuiamo a sostenere che l’arma vincente per una start-up è quella di proporre soluzioni innovative, rimanendo fedeli alla propria mission aziendale. Kennedy recitava che “non bisogna chiedersi cosa il tuo Paese può fare per te, chiediti cosa puoi fare tu per il tuo Paese”. Ecco, senza voler entrare in argomenti politici che, in questo momento, non mi competono, durante questa fase e una volta terminata l’emergenza, come abbiamo sempre fatto, continueremo ad innovare e a digitalizzare la nostra start-up. Per noi, l’innovazione non è un semplice slogan, ma la pietra miliare a supporto di tutte le nostre attività.
LEGGI →

Momenti di solidarietà a Mottola (Ta) per la raccolta fondi della piccola Melissa

EDOARDO GIACOVAZZO - È stata una domenica pazzesca, con uno scopo nobile: dare un futuro migliore a Melissa. Sette amicisi sono travestiti da animali per raccogliere fondi e aiutare la piccola. Abbiamo organizzato una raccolta fondi per la piccola travestiti da Jungle, attraverso assaggi gratuiti di prodotti tipici, gentilmente offerti dalle Masserie Amodio di Mottola, in cambio di un'offerta libera.

Melissa è una bellissima bambina affetta da Sma1 (Atrofia muscolare spinale), una malattia rara, molto grave e degenerativa. Colpisce un bambino ogni 10 mila nati. Le cure pubbliche sono gratuite fino a circa 6 mesi, ma la piccola purtroppo ha superato il limite d’età: ha bisogno di una cura 'made in Usa' (Zolgensma) che ha un costo di 2 milioni e 100 mila euro.
Per Melissa è quindi in corso non solo una lotta contro la malattia, ma anche una lotta contro il tempo. In poco tempo sono stati raccolti poco più di 850.000 euro, ma non bastano ancora. Gli amici-animali di Melissa (il sottoscritto, Luca Iacobino, Marco Lincesso, Claudio Ranieri, Fabrizio Favale, M Michele Amodio, Francesco Stallo) hanno voluto dare il loro contributo raccogliendo fondi per lei.

Se invece si vuole aiutare direttamente la piccola melissa è possibile fare una donazione direttamente sulla piattaforma Gofundme.

Ecco il link: https://gofund.me/236d3631
LEGGI →

Il segreto per superare la pandemia tra ansie e paure

(Pixabay /mohamed_hassan)

EDOARDO GIACOVAZZO -
Un terremoto ha scosso le nostre fondamenta in maniera tempestiva e inaspettata: si chiama Pandemia Covid-19. Questa volta non incentrerò l’attenzione sulla causa o il virus 19 carnefice, ma sulla nostra fragilità. L’uomo moderno ha mostrato le sue debolezze e false sicurezze, il mondo così come la situazione politica è instabile ed imprevedibile. Sta solo a noi raccogliere e trasformare questa situazione in un momento di possibile rinascita. 

La natura ha mostrato sempre la sua violenza e aggressività, basta guardarci a torno per capirlo: fulmini, pioggia, neve, terremoti, vulcani e tsunami. La nostra vita è fatta anche di situazioni meno piacevoli (come accade nel famoso gioco da tavolo monopoli, troviamo carte inaspettate: imprevisti e probabilità) fa parte del gioco dell’ esistenza. 

Cosa fare allora? Come uscirne fuori? Bisogna per prima cosa prenderne atto e usare le nostre energie per creare nuove prospettive. Senza la crisi, come diceva Einstein, non ci può essere rinnovamento e crescita sociale. Le nostre passioni insieme alla creatività e la spontaneità sono utili strumenti per superare questa scossa epocale, che però devono essere coltivati quotidianamente. 

Aggiungerei anche un altro fattore importate da tener conto: la pazienza. Non siamo più abituati ad aspettare, la fretta è uno dei mali del mondo moderno. “Anche se siamo rossi o arancioni o gialli… Sfogate lo stesso le vostre passioni dove potete”.
LEGGI →

Salute al tempo del Covid-19

(via fondazioneveronesi.it)
EDOARDO GIACOVAZZO - In questa pandemia globale il concetto di salute è cambiato radicalmente, modificando profondamente la nostra visione sul futuro. Il coronavirus non solo di per sè rappresenta una minaccia alla nostra vita, ma è anche un nemico per la nostra psiche. La mente ha un ruolo fondamentale nella salute, infatti in molti casi depressivi o ansiogeni le difese immunitarie posso abbassarsi drasticamente e scatenare vere e proprie patologie.

Le distanze sociali, le restrizioni, i social media, le TV, i disagi quotidiani e i continui discorsi tra le persone sulla pandemia ci portano inevitabilmente verso un baratro esistenziale. In queste circostanze la nostra mente subisce un duro colpo, lo si evince dalla mole di lavoro che stanno ricevendo gli psicologi e psichiatri da marzo del 2020 a oggi.

Mente e corpo sono in simbiosi, come un unico pezzo composto da due facce della stessa medaglia, se una cade l’ altra avrà lo stesso destino. Come fare allora a star meglio?
Sicuramente avere una sana alimentazione è fondamentale per garantire i nostri mattoni nutritivi, ma è necessario anche integrare sostanze potenziative. Spesso ai miei pazienti consiglio l’uso d’integratori alimentari come immunostimolanti, multivitaminici, depurativi, antiossidanti e bioattivatori per migliorare o bilanciare il nostro set metabolico. Inoltre è necessario aggiungere un sano allenamento per aumentare il nostro benessere e rilasciare sostanze trofiche. 

La mente gioca un ruolo principale in questa partita ed è necessario gestirla bene. Le nostre giornate devono trovare lo spazio per allontanare lo stress, i pensieri negativi e da tutto ciò che limita l'integrità della psiche. Come dico spesso: “tutelare il proprio corpo e la propria mente è come coltivare dei campi, se ne avrete cura raccoglierete i suoi frutti e le sue ricchezze”.
LEGGI →

Editoriale

Farmacia e farmacisti 2.0 vaccini e servizi sanitari

EDOARDO GIACOVAZZO - La straordinaria capillarità delle farmacie in Italia ha sempre dato un ottimo Servizio Farmaceutico al cittadino. Ins...