Addominali - Abs pack? conosciamoli meglio…

  • By Giornale di Puglia
  • a aprile 03, 2019 -
  • 0 commenti
di EDOARDO GIACOVAZZO - I protagonisti di questo mio articolo sono proprio loro: gli addominali. Da sempre sono l’icona del corpo perfetto e della massima espressione di bellezza sia nella donna che nell’ uomo. La famosa “tartaruga” , comunemente chiamata con questo termine, è considerata oggi un elemento importante sia nelle competizioni sportive sia nella vita quotidiana. Ogni estate ottenere un addome perfetto e’ un elemento fondamentale per la famosa “prova costume”.

Come sono fatti? Vediamoli piu’ da vicino…

Molti parlano di addominali , ma non conoscono neanche come sono strutturati anatomicamente e come lavorano biomeccanicamente. La parete addominale e’ un muscolo  complesso che svolge molteplici azioni vitali e funzionali legate alla qualità della vita di ognuno di noi.

Il nucleo anatomico della parete addominale anterolaterale è costituito principalmente da 4 muscoli simmetrici associati. Classicamente la parete addominale anterolaterale è stata definita come strati separati da superficiali a  piu’ profondi.

Possiamo riassumerli cosi’:

pelle
tessuti sottocutanei (ulteriormente divisi nella fascia più superficiale del camper e nella fascia più profonda di scarpa)
muscolo obliquo esterno
muscolo obliquo interno
muscolo addominale transversus
fascia transversalis
peritoneo parietale

Gli addominali hanno un ruolo cruciale in ogni movimento della nostra vita. Avere quest’area in condizione sana e allenata ci permette di avere notevoli benefici sulla qualita’ della nostra vita.

Le funzioni principali dei muscoli addominali anterolaterali includono sia la stabilizzazione della colonna vertebrale, il movimento del tronco e il tensionamento della parete addominale.

La funzione del muro antero-laterale nel suo insieme comprende la protezione dei visceri addominali, il mantenimento della posizione anatomica, l'assistenza in caso di espirazione forzata e il coinvolgimento in qualsiasi attività che serva ad aumentare la pressione intra-addominale.

Come si origina la parete addominale? 

La differenziazione embrionale si basa su 3 livelli differenti :

1 lo strato protettivo più esterno definiva l'ectoderma
2 il mesoderma medio
3 lo strato più interno chiamato endoderma.

Il mesoderma è ulteriormente suddiviso in 2 strati:

1. lo splancnico, che forma i visceri addominali
2. il somatico, che si sviluppa nella parete addominale.

(anatomy, abdomen and pelvis, anterolateral abdominal wall kevin seeras at al. 2018)

Vediamo meglio i dettagli muscolari:

Muscoli striati della parete addominale anterolaterale

Tessuti sottocutanei

Sono composte da varie strutture e sostanze. La fascia del campeggiatore come il grasso sottocutaneo superficiale; non c'è molto collagene in questo strato e quindi non è uno strato di forza. La fascia di scarpa è contigua al tensore della fascia lata della coscia. è più profondo per lo strato grasso e contiene più collagene;

Obliquo esterno

Questo è il più superficiale, più grande e più spesso dei 3 muscoli della parete addominale antero-laterale. Deriva dalle 7 costole inferiori e scorre obliquamente da superiore / laterale a inferiore / mediale (orientamento con le mani in tasca) da inserire sulla metà anteriore della cresta iliaca. Le pieghe di estensione più inferiori posteriormente e superiormente per il legamento inguinale. Alla linea medio clavicolare, la pancia del muscolo termina, ma l'aponeurosi si estende medialmente alla linea alba, contribuendo alla guaina del retto anteriore.

Obliquo interno

Questo è lo strato intermedio dei 3 muscoli della parete addominale antero-laterale che provengono dalla fascia di ileopsoas, dalla cresta iliaca laterale e dalla fascia lombodorsale. Le sue fibre si spostano di fronte all'obliquo esterno da inferiore / laterale a superiore / mediale per inserirsi sulla cartilagine delle 5 costole inferiori. inferiormente, prenderà una rotta più trasversale e inserirà il tubercolo pubico. In questa porzione inferiore, si unirà all'aponeurosi del muscolo trasverso dell'addome per creare il tendine congiunto. Come l'obliquo esterno, questo muscolo emana un'estensione mediale dell'aponeurosi per contribuire alla guaina del retto. Sopra la linea semicircolare di Douglas (circa appena sotto il livello dell'ombelico) l'aponeurosi obliqua interna si divide intorno al muscolo retto dell'addome per dare contributi alle guaine del retto anteriore e posteriore. Al di sotto di questa linea, l'aponeurosi contribuisce solo alla guaina del retto anteriore. Inferiormente questo muscolo emetterà fibre che circondano il cordone spermatico chiamato le fibre cremasteriche.

Transversus abdominis

Questo è il più sottile e profondo dei 3 muscoli della parete addominale anterolaterale. Proviene dalle 6 cartilagini costali inferiori, dalle vertebre lombari, dalle creste iliache e dalla fascia di Ileopsoas. Le fibre sono orientate trasversalmente e contribuiscono alla guaina del retto medialmente. Sopra la linea semicircolare di Douglas, si dirige posteriormente ai muscoli retti per contribuire alla guaina del retto posteriore. Inferiormente l'aponeurosi contribuisce solo alla guaina del retto anteriore.

Fascia transversalis

La fascia endo-addominale si occupa di allineare l'intera cavità addominale. Ha nomi specifici che si basano su posizioni anatomiche e includono la fascia diaframmatica, la fascia otturatoria, la fascia ileopsoas, inserita tra gli altri. La fascia trasversalis è solo profonda per l'addome trasverso e le guaine del retto posteriore. Questo è uno strato importante in quanto la sua lesione definisce un'ernia della parete addominale.

Peritoneo parietale 

Questo è un sottile strato di tessuto connettivo profondo alla fascia trasversalis. sulla sua Superficie profonda c'è uno strato di cellula di mesotelio squamoso.
(monkhouse ws, khalique a. variations in the composition of the human rectus sheath: a study of the anterior abdominal wall. j. anat. 1986 apr;145:61-6.)

La biomeccanica della parete addominale lavora in base al tipo allenamento e movimento che andiamo ad eseguire. Gli allenamenti a corpo libero stimolano molto la parete addominale, per tale motivazione ci vuole molta piu’ cautela e attenzione.

Allenatevi e nutritevi con equilibrio. Come dico sempre essere in forma e’ un dovere … e’ un impegno!

Author

A cura di Admin

Segui MySalute su Instagram

0 commenti: