Cosa sono i probiotici, 'batteri buoni'

  • By Giornale di Puglia
  • a aprile 05, 2022 -
  • 0 commenti

EDOARDO GIACOVAZZO - Per avere una vita più longeva è necessario seguire alcune strade ben precise, come uno stile di vita sano e un’alimentazione adeguata al nostro organismo.

Tra i vari segreti nutrizionali che possiamo aggiungere nel nostro menu quotidiano ci sono i probiotici.

Vengono comunemente chiamati “Batteri Buoni” e sono ceppi batterici ai quali viene attribuito un potenziale effetto di protezione e beneficio per l’organismo ospite.

Gli alimenti probiotici sono prodotti in cui sono state aggiunte quantità sufficientemente elevate di tali microrganismi in grado di esercitare un’azione equilibrante sulla flora intestinale.

Molte patologie intestinali sono associate a una disfunzione del nostro micro bioma enterico; infatti la presenza dei probiotici regola e controlla positivamente sia la nostra flora interna che il nostro sistema immunitario.

Diversi studi hanno evidenziato altri importanti ruoli svolti dai probiotici nel nostro organismo come: la diminuzione di colesterolo, diverticolosi, colon irritabile, infezioni e tante patologie correlate.

Tra i vari probiotici ci sono i Lactobacilli Paracasei che è un genere di batteri Gram-positivi anaerobi facoltativi con una forma bastoncellare. Convertono il lattosio e altri zuccheri in acido lattico mediante la fermentazione lattica; sono molto comuni e di solito non patogeni.

Lactobacillus Paracasei, ad esempio, è caratterizzato non solo da un’azione probiotica, ma anche da un alto grado di fermentazione nei vegetali, aderendo e colonizzando la loro superficie. Attraverso la loro assunzione, sia direttamente o che tramite alimenti, possono essere veicolati “vivi e vegeti” nell’intestino dove possono svolgere il loro ruolo.


Come dimostrato, da prove di resistenza in vitro e vivo, le colonie di lactobacilli resistono nel tratto gastro-intestinale, portando i loro benefici probiotici sulla flora intestinale.

Un'altra importante funzione riscontrata da questo “amico Paracasei ” è nei soggetti affetti da stipsi e complicanze gastro-intestinali. Uno studio condotto con i vegetali probiotici , in collaborazione con medici gastroenterologi dell’IRCCS di Castellana Grotte (BA), ha scientificamente dimostrato che i carciofi arricchiti con Lactobacilli Paracasei sono efficaci nel modulare positivamente la nostra flora intestinale e migliorare la sintomatologia della Stipsi dopo il consumo.

L' azienda Pugliese Agrimperiale , utilizzando questi studi sui probiotici, ha realizzato dei carciofi pugliesi biologici a filiera corta con lactobacilli, attraverso un procedimento brevettato del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).


Un brevetto italiano e internazionale su questo prodotto dove i probiotici (Lactobacillus Paracasei LMG-P22043) superano facilmente la barriera gastrica e arrivano vivi e attivi nell'intestino.

Questi probiotici regolano dunque il corretto equilibrio della flora intestinale e riducono la sintomatologia di patologie gastro-intestinale. La Salute non è solo seguire delle terapie, ma sopratutto avere una corretta prevenzione nutrizionale e fisica.

Fonti:
1) Immuno-modulation by heat-killed Lacticaseibacillus paracasei MCC1849 and its application to food products Hazuki Maehata at All Lactobacillus paracasei CBA L74 Metabolic Products and Fermented Milk for Infant Formula Have Anti-Inflammatory Activity on Dendritic Cells In Vitro and Protective Effects against Colitis and an Enteric Pathogen In Vivo Elena Zagato at All Published: February 10, 2014

2) (Appl Environ Microbiol. 2005 Aug; 71(8): 4233–4240. 
Study of Adhesion and Survival of Lactobacilli and Bifidobacteria on Table Olives with the Aim of Formulating a New Probiotic Food Paola Lavermicocca at All.)

Author

A cura di Admin

Segui MySalute su Instagram

0 commenti: