Eccellenza chirurgica: 53enne salvato con la tecnica dell' osteosintesi sterno-costale con placche in titanio

  • By Dr.Edoardo.Giacovazzo
  • a agosto 21, 2019 -
  • 0 commenti

La professionalità, il coraggio e la passione sono state una dimostrazione di quest' intervento chirurgico.

All'alba dello scorso 11 agosto, lungo la strada Provinciale 580 che da Ginosa conduce a Laterza, due autoveicoli furono coinvolti in un drammatico incidente frontale, avvenuto nei pressi del centro abitato di Ginosa.

Uno dei due conducenti, un uomo di 53 anni, fu trasportato d'urgenza presso il Pronto soccorso del "SS. Annunziata" di Taranto, dove gli venne riscontrato un importante trauma toracico con fratture sterno-costali bilaterali, compressione cardiaca ed insufficienza respiratoria grave.

Le condizioni dell' uomo, immediatamente sottoposto alle prime indagini diagnostiche ed alle manovre di rianimazione cardio-respiratoria, andavano però peggiorando. 




Il dott. Rocco Leggieri, dirigente Chirurgo dell’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale e Toracica dell’Ospedale “Ss. Annunziata” di Taranto (diretta dal Prof. Iarussi) e la sua equipe, coadiuvato dal team anestesiologico guidato dal dott. Spartaco Lorea, ha sottoposto il paziente ormai in gravissime condizioni cliniche, ad intervento chirurgico d’urgenza di “Osteosintesi sterno-costale con impianto di placche in titanio”, ovvero la parete toracica veniva ricostruita da entrambi i lati con l’ausilio di protesi in titanio, metallo leggero e compatibile con risonanza magnetica e metal detector. 

Un intervento chirurgico di particolare delicatezza e difficoltà che ha reso possibile il ripristino della normale dinamica respiratoria.

L’insufficienza respiratoria si è risolta immediatamente al risveglio del paziente, il quale è stato dimesso dopo 4 giorni in respiro spontaneo.

Interventi chirurgici di elevata complessità vengono quotidianamente eseguiti nell’ Ospedale “Ss. Annunziata” di Taranto, realtà sanitaria di riferimento non solo regionale ma soprattutto extraregionale, trattando anche pazienti derivanti da Basilicata e Calabria.

Author

A cura di Admin

Segui MySalute su Instagram

0 commenti: