ONCOLOGY PART 2: PSICOLOGIA ONCOLOGICA

  • By Dr.Edoardo.Giacovazzo
  • a novembre 28, 2019 -
  • 0 commenti

Il supporto psicologico nell'oncologia svolge un ruolo cruciale, un vero valore aggiunto, per ottenere un miglior risultato salutistico. Un' argomento delicato che ho voluto fortemente approfondire in questa seconda parte sull' oncologia.

Ho avuto il piacere di parlare di quest' argomento con la Dott. Lara Bellardita, Psicoterapeuta presso l' istituto nazionale tumori di Milano.


Nell' oncologia oltre alla terapia è necessario aggiungere un sostegno psicologico per ottenere un miglior risultato.

Health 4.0 ? Vediamo di cosa si tratta ...

Bene l' evoluzione della salute 4.0 ad oggi si fonda su questi quattro aspetti :
  • Trattamento medico classico 
  • Medicina basata sull' evidenza 
  • Focus sul paziente al centro 
  • Approccio integrato completo salutistico  il paziente 

Quest' ultimo punto mira ad avere un tipo di cura ad ampio raggio. Un coinvolgimento a campo aperto dove non solo c' è il medico specialista, ma anche il medico di medicina generale, lo staff ospedaliero, il farmacista, lo psicologo e la famiglia.
Il paziente stesso viene coinvolto come soggetto attivo, informato e con il  supporto di gruppi di cura multidisciplinari e  network territoriali.

Obiettivo?

Il fine unico è quello di migliorare la qualità di vita dei pazienti. In particolare il paziente oncologico, che anche in quest' era moderna, viene isolato e ghettizzato.
Oggi è una realtà diffusa e necessità di conforto, aiuto sociale e non di distanza.
Il paziente oncologico vive in una realtà dove l'emozioni, se ben gestite, posso avere risvolti fondamentali sull' andamento della patologia stessa. 
E' possibile ottenere grandi risultati attraverso la collaborazione multidisciplinare dei professionisti della salute e del paziente insieme alla cooperazione famigliare.

Author

A cura di Admin

Segui MySalute su Instagram

0 commenti: